Home » Notizie da Rovereto » Buffet augurale di fine anno

Buffet augurale di fine anno

Nella sede dell’Istituto di Formazione Professionale Alberghiero di Rovereto, venerdì 21 maggio 2021, in uno spazio accuratamente attrezzato all’aperto, la rappresentanza dell’amministrazione provinciale, comunale, comprensoriale e le associazioni di categoria hanno partecipato al buffet di fine anno scolastico preparato dalle classi quarte.

È stato un momento decisamente significativo, anzi augurale: in quell’occasione si è rafforzata la volontà di continuare il rapporto di collaborazione con gli enti territoriali e le aziende di settore. In presenza di studenti professionalmente motivatile rappresentanze hanno condiviso alcune esigenze ed aspettative legate alla città, al comprensorio e al Trentino.


Il Dirigente, il dott. Andrea Schelfi, si è soffermato sull’importanza di investire nella formazione professionale a Rovereto: la scuola alberghiera ha la potenzialità di diventare un punto di riferimento formativo unico per tutto il Trentino nella specialità della panificazione e della pasticceria con il prolungamento del corso orientato all’Arte Bianca e la costituzione di un percorso di Alta Formazione professionale con stesso indirizzo.
All’istituto Alberghiero di Rovereto il prossimo anno scolastico verrà attivato un corso sui rudimenti dell’Arte Bianca a partire da una classe prima, che avrà il suo punto forza nel laboratorio di panificazione.
Con il supporto del Servizio per l’Istruzione Professionale, delle associazioni di categoria e la collaborazione di aziende lavorative significative per la gestione d’impresa, questo corso quadriennale potrebbe trovare completezza e rilevanza in una continuazione post diploma, in un percorso biennale conclusivo di alto profilo nel settore della panificazione e della pasticceria, denominato Alta Formazione Professionale.
Alle parole del Dirigente ha fatto eco il Sindaco di Rovereto e i Presidente della Comunità della Vallagarina, rafforzando il legame tra la scuola e il territorio lagarino e provinciale. E c’è chi, tra un cocktail e una tartina, spera che, magari proprio a Rovereto, possa nascere in futuro qualche stella, pluripremiata a livello nazionale oppure internazionale, per dei capolavori di altissima pasticceria, frutto di allenamento e di innata, profonda passione.